Il Diabete teme chi va in bici o fa movimento.

La nuova campagna di informazione dell’ Associazione Sweet Team Aniad Fvg Onlus sarà: “A ruota libera contro il diabete” per promuovere l’attività fisica tra tutti i cittadini in particolar modo tra quelli diabetici. Il manifesto che è stato ideato e donato allo Sweet Team Aniad Fvg da un noto grafico pubblicitario udinese, contiene il messaggio ” il Diabete teme chi va in bici o fa movimento” a sottolineare i benefici che offre a tutti l’attività fisica ed in particolar modo alle persone con diabete.

Sappiamo che l’attività fisica è fondamentale per il raggiungimento ed il mantenimento del compenso metabolico nel diabetico. E’ anche fondamentale per la riduzione del rischio in quelle persone che essendo in sovrappeso o obese, magari ipertese, con il colesterolo alto potrebbero diventare cardiopatiche o diabetiche , oppure entrambe le cose.

Ecco qui che “ A ruota libera contro il diabete” senza problemi, ma sempre con il consiglio e la supervisione del diabetologo.

Perché: “ Il diabete teme chi va in bici o fa movimento”. Non è una questione di Odio o Amore, ma il diabete intuisce che, con il movimento, la situazione cambierà; i risultati ottenibili con le riduzioni di glicemia e glicata potranno dargli fastidio, tanto fastidio.

Ultimo focus sull’anello blu in basso a sinistra. Si vede l’antropomorfizzazione del simbolo internazionale del diabete, l’ anello blu,  che diventa il diabete con gambe e braccia,  che si allontana infastidito davanti ad una ragazza con il diabete che fa movimento ed il suo portamento ci trasmette “serenità”. La serenità ed il benessere del diabetico che fa movimento, infatti ogni diabetico può praticare qualunque attività fisica portando con se il suo diabete: in uno zainetto, nel marsupio, oppure nel cestino della bici.

Il manifesto contiene tutte le indicazioni ed i benefici dell’attività fisica che ogni persona con diabete praticherà dopo aver consultato il proprio diabetologo.

A Ruota libera contro il diabete